Tag Archives: australia

Australian Open

Chi alzerà il trofeo del primo slam di tennis del 2014? Il solito Novak Djokovic? o a Melbourne ci saranno sorprese? Questa storico torneo, che si terrà dal 13 al 26 gennaio,  è una grossa occasione per un viaggio nel Victoria, bellissimo Stato australiano.

Melbourne ogni anno ospita numerosi eventi sportivi internazionali: oltre agli Australian Open Tennis Championship ci sono anche gli Australian Motorcycle Grand Prix di moto Gp, il Gran Premio d’Australia di F1 , la corsa equestre Spring Racing Carnival e l’Australian Football League Grand Final, la finale dei campionati australiani di football americano. Il Victoria è un  punto di riferimento per i grandi eventi sportivi perché è prima di tutto meta degli appassionati di sport che qui trovano tanti spunti per trascorrere il tempo all’aria aperta.

A piedi lungo l’oceano e tra le montagne

Per assaporare lo straordinario scenario della Great Ocean Road dall’alto, la scelta migliore è quella di abbandonare l’auto e percorrere a piedi i sentieri della Great Ocean Walk: ci sono itinerari per tutti i gusti e per tutti i gradi di preparazione, dalle poche ore di camminata fino ai percorsi di una settimana. Lungo il tracciato si trovano distese di sabbia, come ad Apollo Bay, e numerose specie animali tipiche dell’habitat del Victoria, come la colonia di 1000 pinguini,  o gli aironi, i falchi pellegrini e i koala.

Great Ocean Walk

Il Wilsons Promontory National Park, a circa 200 km da Melbourne, ha un circuito che racchiude le maggiori attrazioni di uno dei parchi più famosi dello Stato. Il percorso più famoso e completo è quello della Great Prom Walk che si articola da due differenti punti di partenza: il grado di allenamento richiesto è comunque abbastanza alto, considerando che la lunghezza media dei percorsi è di una trentina di chilometri, ma ci sono anche percorsi più brevi con diversi tratti nella foresta e pause in alcuni luoghi suggestivi come la piccola baia di Waterloo.

Melbourne by bike

In città, cosa c’è di meglio che inforcare la bici (con il bike sharing) per calarsi nell’atmosfera di Melbourne e vivere davvero un’esperienza local? Sfrecciando lungo la Capital City Trail si attraversano alcuni dei punti principali della città, sulla pista che collega il centro di Southbank, si  segue il corso del fiume Yarra fiancheggiando il Victoria Arts Centre e i Royal Botanic Gardens, per poi proseguire fino allo zoo di Melbourne.

Le mille vie dell’High Country

La regione dell’High Country nella parte nord-est del Victoria offre tanti percorsi per i ciclisti, anche con tour a tema per chi vuole scoprire le bontà gastronomiche del luogo. Si può scegliere tra numerose opzioni, come i percorsi tra le vigne e le coltivazioni di orchidee lungo le valli di Milawa, lungo la Prosecco Road, oppure quelli per i più allenati in pendenza, come quello che collega la cittadina di Myrtleford, sulla Great Alpine Road, al lago Buffalo, risalendo la valle sul versante del monte omonimo.

High Country

Le Alpi del Victoria sono anche il luogo perfetto anche per cimentarsi nell’arrampicata. Lo stesso Monte Buffalo è la mecca degli arrampicatori: il blocco di roccia che sorge dalla superficie di granito liscio della montagna offre percorsi per i più esperti ma anche per i “beginners”. Il monte dà il nome ad uno dei parchi nazionali più antichi del Victoria, il Mount Buffalo National Park e ospita numerose specie animali (wallabies, wombat, opossum e molti altri) che non è difficile avvistare.

Risalendo i Grampians

La catena montuosa dei Grampians è la meta ideale per gli amanti della montagna e dell’arrampicata in particolare. Il Monte Arapiles è infatti riconosciuto come uno dei siti migliori al mondo per questo sport: con oltre 2000 risalite, offre diversi livelli di difficoltà e lo scenario che si staglia alla vista abbraccia l’intera vallata.

Info:

www.ausopen.com

www.ambito5.com

Tourism Victoria – www.visitmelbourne.com/it – https://www.facebook.com/TourismVictoriaItalia

Per raggiungere l’Australia  interessanti le offerte di Etihad Airways da Malpensa a Melbourne.

Posted in Senza categoria | Also tagged , , Commenti disabilitati su Australian Open

Australia Northern Territory


Da Uluru (Ayers Rock), simbolo del Red Centre australiano, alla città di Darwin, fino al Parco Nazionale di Kakadu al Top End tropicale, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Il Territorio del Nord è una regione dalle atmosfere senza tempo.

Il Top End (la parte settentrionale) comprende la zona di Darwin, di Kakadu e di Katherine è caratterizzata dal clima tropicale con foreste pluviali, piane alluvionali e roboanti cascate. Simbolo del territorio è il Parco Nazionale di Kakadu: gli specchi d’acqua di questa zona attraggono grandi varietà di uccelli e sono l’habitat perfetto per coccodrilli delfini, bufali, wallabies (piccoli canguri) e per i pesci locali barramundi.

Il Red Centre (a Sud) include la zona di Tennant Creek, Alice Springs e Uluru ed è dominato da distese desertiche rosseggianti e sbalorditive formazioni rocciose tra le quali  il celebre monolito di Ayers Rock. La fauna  è totalmente diversa da quella del nord: con i grandi red kangaroos, le aquile o i thorny devil, una sorta di lucertole irte di aculei.

Darwin, la capitale del Top End, è famosa per la sua gastronomia di influenza asiatica, la sua vivace vita notturna, la magia dei tanti mercati e dei ristoranti che si snodano lungo Mindil Beach, sempre piena di gente. La città è  il punto di partenza ideale per raggiungere alcune delle aree naturali più belle dell’Australia. A un’ora da Darwin si trovano il Parco Nazionale di Litchfield con cascate e sorgenti, formazioni rocciose e foreste, piscine naturali d’acqua cristallina  e le vaste piane alluvionali del Mary River, un florido microcosmo di coccodrilli, animali selvatici, uccelli e pesci dove si naviga con le tipiche airboat.  A  mezz’ora di volo da Darwin si trovano le Isole Tiwi,  “le isole del sorriso”, famose per le loro tradizioni locali e per l’arte aborigena. Molti degli aborigeni che abitano le isole sono artisti e producono vasellame, sculture e intarsi in legno. A tre ore di strada da Darwin s’incontra il parco di Kakadu noto per le pitture rupestri,  vere e proprie gallerie a cielo aperto che rivelano come usi, tradizioni, leggi e storie  vengano tramandati dagli aborigeni, di generazione in generazione.

Arnhem Land è una delle zone più intatte, selvagge e spettacolari del Top End e dell’Australia intera. Vanta paesaggi variegati: coste frastagliate, isole, fiumi ricchi di pesci, una rigogliosa foresta pluviale, scarpate rocciose e grandi distese di savana erbosa. Ideale per gli appassionati di pesca e di ecoturismo e per tutti coloro che vogliono conoscere una cultura unica, immutata nel tempo, quella aborigena. A Katherine, terza città per grandezza del Northern Territory, l’Outback incontra i tropici. Il Nitmiluk National Park con Katherine Gorge copre una vasta area selvaggia che comprende 13 gole scavate nella roccia arenaria . Le gole si possono esplorare in canoa o in barca. Per godere di una vista privilegiata, niente di meglio di un volo in elicottero sorvolando il Kakadu e le zone paludose del Yellow Water Billabong, le profonde gole rocciose  tra le tortuose pareti del Katherine River.

Tra le più grandi meraviglie naturali del mondo, Uluru/Ayers Rock è l’icona naturale più famosa d’Australia. Alto 348 metri. si erge maestoso nel centro del continente dominando il deserto circostante. Vale la pena organizzare un tour all’alba o al tramonto per godere di una vista spettacolare sul monolito, che con il cambiare della luce cambia colore passando dall’ocra all’arancio brillante fino al rosso intenso. Il Red Centre australiano ospita il complesso roccioso di proporzioni gigantesche di Kata Tjuta (monti Olga), una vera e propria meraviglia naturale e icona culturale dell’Outback australiano, situato a circa 40 km a ovest di Uluru. Si ritiene che le 36 cupole di arenaria rossa, che formano il complesso di Kata Tjuta si siano formate ben 500 milioni di anni fa.

Il Watarrka National Park è conosciuto universalmente con il nome di Kings Canyon, una possente gola rocciosa che fende la terra fino a una profondità di 270 metri: ripide pareti rocciose di colore rosso si ergono su intricate foreste di palme e di piante su cui trovano riparo molti animali del luogo. Il cuore dell’Outback australiano è fatto di profonde gole, panorami desertici sconfinati, comunità aborigene remote. Alice Springs fu fondata dai primi esploratori e rimane il centro dell’attività di questa regione. Qui è possibile esplorare siti storici, ammirare le opere degli artisti locali nelle gallerie d’arte aborigena, partecipare a un evento o un’attività culturale oppure sperimentare una delle avventurose escursioni possibili attraverso il deserto. Le alture montuose dei MacDonnell orientali e occidentali si estendono per centinaia di chilometri a est e a ovest di Alice Springs, offrendo un’area ricca di itinerari per escursioni adrenaliniche, percorsi in fuoristrada, piscine naturali e zone per campeggiare. L’insediamento aborigeno di Hermannsburg è famoso per essere il paese natale dell’illustre pittore aborigeno Albert Namatjira.

Come arrivare

Arrivare in aereo nel Northern Territory è molto semplice grazie a numerosi voli e alla presenza di aeroporti moderni a Darwin, nel Top End, e ad Alice Springs e Uluru nel Red Centre, regolarmente collegati anche da voli interni. Dall’Italia Qantas, la compagnia aerea di bandiera, e Singapore Airlines collegano Darwin via Singapore. La durata del volo è di crica 10-11 ore fino a Singapore e 4 da Singapore a Darwin. Altre compagnie sono Etihad via Abu Dhabi e Singapore ed Emirates via Dubai e Singapore. Le aree più remote del Northern Territory, come la penisola di Gove e Maningrida, possono essere raggiunte con i voli della compagnia AirNorth.

Come spostarsi

Molti sono i modi per esplorare il Northern Territory: dall’itinerario in auto, al tour guidato, fino a un indimenticabile viaggio su un treno leggendario. In camper, in automobile o in fuoristrada, spostarsi per Top End e Red Centre è molto facile: le strade, asfaltate e ben tenute, collegano il Northern Territory e le città dell’Australia meridionale, del Queensland e del Western Australia. In pullman, in auto, a cavallo, sul dorso di un cammello o voli in mongolfiera… i modi per conoscere il Northern Territory sono infiniti e molti sono gli esperti locali a disposizione per organizzare escursioni in questa spettacolare regione. Il viaggio su The Ghan, una delle esperienze in treno più straordinarie che si possano vivere, è senza dubbio il modo più romantico per spostarsi. Chiamato così per via dei cammellieri afgani che percorrevano la stessa tratta ben prima della costruzione della linea ferroviaria, il Ghan percorre i 2.797 chilometri che separano Darwin da Adelaide, fermandosi ad Alice Springs e a Katherine. Le cuccette  e le eleganti carrozze ristoranteche  rievocano un’epoca passata, sono punti di vista straordinari per ammirare il paesaggio.

Info

Principali città: Darwin, la capitale situata nel Top End, Alice Springs nel cuore del Red Centre, Katherine a circa 300 km a sud di Darwin, Tennant Creek a circa 1000 km a sud da Darwin e a 500 km a nord di Alice Springs.

Fuso orario: +7,5 ore rispetto all’Italia, +8,5 quando in Italia è in vigore l’ora legale.

Valuta: il dollaro australiano (AUD) è la valuta ufficiale.  1 € corrisponde a circa 1,27 AUD.

Documenti d’ingresso: è richiesto il passaporto in corso di validità, e per tutti coloro che non possiedono un passaporto australiano. Il visto turistico si può ottenere via internet e ha una validità di 90 giorni. Per informazioni http://www.immi.gov.au/visitors/tourist/evisitor/

Visto per vacanze lavoro: i cittadini italiani, di età compresa fra i 18 e i 30 anni, hanno la possibilità di ottenere un visto per vacanze-lavoro della durata di dodici mesi ed estendibile di altri 12. Per maggiori informazioni www.immi.gov.au oppure www.italy.embassy.gov.au

www.australiasoutback.it

Posted in viaggio | Also tagged , Commenti disabilitati su Australia Northern Territory