Tag Archives: portorose

Sale d’Istria

Un baia naturale su un mare delicato e calmo che si innervosisce solo nelle giornate di Bora. Siamo a Portorose, sulla costa slovena tra il confine italiano e quello croato. Una località celebre per le sue proposte legate al relax e al benessere termale. La Città delle Rose era nota per le sue acque già nel XIII secolo. Nel tempo, in questo angolo di Istria si è sviluppata una tradizione termale rinomatissima grazie alla talassoterapia, un’antica cura che impiega i prodotti del mare: acqua, alghe, fango marino, sale e sabbia. Il sale e il fango a uso termale provengono, ancora oggi, dalle non lontane saline della zona, come quelle di Sicciole. Un parco naturale in cui nidificano rare specie d’uccelli come i cavalieri d’Italia o le sterne, con un museo, una boutique, una galleria e visite guidate.

Le terme di Portorose, come quelle di Krka, attraggono turisti da tutta Europa. L’acqua termominerale, un mare primordiale di 42.000 anni che sorge da una trivellazione di 705 metri a 23 °C, è un toccasana per diverse malattie della pelle e ortopediche e nella cura delle delle infiammazioni. Poi dopo terme, passeggiate e jogging, la sera si tenta la fortuna al Grand Casino dove si gioca all’adrenalinico Texas Hold ‘em Poker.

Anche gli stimoli culturali non mancano: a pochi chilometri da Portorose c’è Pirano, una striscia di terra che si distende sul mare, città di origine medievale con architetture in stile veneziano. Da non perdere la Chiesa di San Giorgio e la rocca sulla collina con le mura orlate.

Anche la gastronomia da queste parti è legata dal mare e alla sua ricchezza. Irene Fonda è una biologa che insieme ai fratelli alleva branzini in modo naturale utilizzando gabbie in mare aperto. La qualità è assicurata da avannotti ben selezionati e dall’uso di mangimi di altissima qualità. I pesci sono allevati per 4-5 anni fino al raggiungimento del peso medio di 500 grammi. Irene non ha sottovalutato gli aspetti di marketing promuovendo anche il sale e l’olio istriano, ingredienti fondamentali per cucinare i suoi branzini che possono essere ordinati via mail o telefono e recapitati con speciali imballaggi. Gli allevamenti si possono visitare su prenotazione (info@fonda.siwww.fonda.si).

A mezz’ora di macchina da Portorose, nel Carso, si trovano le scuderie di Lipizza dove da 400 anni si allevano i famosi cavalli di razza lipizzana, frutto di incroci tra stalloni andalusi e giumente locali. È un animale di grande intelligenza e memoria, focoso, ma facile da ammaestrare, che nasce con il pelo bruno ma crescendo diventa un elegante cavallo bianco. A Lipizza vengono organizzate visite guidate alle scuderie e al museo interattivo che illustra la storia della razza (www.lipica.org).

Gli eventi: Festa delle rose e dei fiori – dal 4 al 6 maggio, esposizione di orticoltura, mostre d’arte, presentazioni cosmetiche e seminari sui fiori, tutto nel centro della città.

Dormire a Portorose
Al posto del  complesso Bernardin costruito nel 1977 attorno alle rovine della chiesa di San Bernardino, sulla parte più bella della costa adriatica slovena, tra la vecchia pittoresca cittadina di Pirano e Portorose, fra il mare e la verde collina ci sono ora due hotel. Il Grand Hotel Bernardin è un 5 stelle di 12 piani e 241 camere con spa di 2000 metri quadrati e piscina panoramica vista mare. Ci sono anche spiaggia privata con piscine per bambini (da 190 €). L’Hotel Histrion è invece 4 stelle su 3 piani, circondato dal mare e con un porticciolo proprio. È un albergo per famiglie con parco acquatico coperto (h-bernardin.si; da 140 €).

Kempinski Palace è un 5 stelle che ha fatto la storia di Portorose: nella grande sala da ballo l’arciduca Francesco Ferdinando apriva il valzer per l’aristocrazia austro-ungarica. Oggi oltre all’ala del XIX secolo, ce n’è una più contemporanea. Nel complesso c’è tutto: mare a una passeggiata, centro benessere, piscina interna, jacuzzi, sauna aromatica, spazi meeting (reservations.portoroz@kempinski.comkempinski.com/portoroz; da 190 €).

Grand Hotel Portorose In centro città e vicino dal mare, 181 camere,  centro termale & wellness (booking@lifeclass.nelifeclass.net; da 145 €).

Dormire a Pirano Hotel Tartini. Un tre stelle da mettersi in agenda: 45 camere, sale meeting e una bellissima terrazza che domina il porto e la piazza centrale (www.hotel-tartini-piran.com, info@hotel-tartini-piran.com; da 90 €)

Mangiare
Tomi Nell’omonimo albergo, vicino a Portorose, si mangia il buon pesce d’Istria ben cucinato (www.hotel-tomi.eu, tomi.m@siol.net; da 30 €).

Info: Booking Slovenia, tel. 02 29511187 (ufficio sloveno, tel. +386/42803030), www.slovenia.info.

Posted in viaggio | Also tagged , Leave a comment