Tag Archives: vino di mele

Il vino di mele di Francoforte

Apfelwein è il famoso vino di mele di Francoforte, considerato da oltre 250 anni la bevanda tradizionale della capitale finanziaria della Germania, già noto ai tempi di Carlo Magno.

Chiamato anche Ebbelwei, Äbbelwoi, Äppler o Stöffche è una bevanda a basso contenuto di alcool che dicono porti  benefici alla circolazione e al sistema nervoso.La sua produzione  iniziò su larga scala nel XVI secolo, quando una malattia della vite compromise seriamente le vigne della regione. Il grande momento del sidro arrivò tuttavia nella metà del XVIII secolo, quando, a causa dei primi cambiamenti climatici, l’uva non riusciva più ad arrivare a maturazione. C’era quindi bisogno di un’alternativa e si iniziò a produrre “vino” partendo dal succo di mele. Con una licenza ufficiale gli osti servivano sidro di produzione propria e appendevano alla porta della taverna una corona verde che stava a indicare la vendita di sidro. Ancora oggi esiste la tradizione della corona e la passione per la produzione propria di sidro è ampiamente diffusa. Tra i più noti produttori: Höhl, Heil e Possmann.

Scoprire la città di Francoforte seguendo la “via” del sidro è davvero un’idea alternativa ed originale.Il quartiere Sachsenhausen è considerato oggi la roccaforte del consumo di sidro, ma viene gustato anche in molti locali del centro e della periferia. Si serve con il Bembel, tipica brocca di terracotta smaltata in grigio e blu, e bevuto in un bicchiere di vetro lavorato, il cosiddettoGerippte.

I veri intenditori lo gustano puro, in rare eccezioni lo bevono allungato con acqua minerale (chiamato Gespritzter).  Nei freddi mesi invernali l’Apfelwein è consumato anche caldo con varie spezie infuse, mentre in estate, con l’aggiunta di fragole fresche, viene trasformato in una sorta di punch freddo.La produzione di sidro inizia in ottobre con la spremitura delle mele e, a seconda delle stagioni, esistono diverse varietà della bevanda. Il succo di mele torbido, spremuto in autunno è chiamato Süßer (dolce) e non contiene alcool. Una volta trasferito nelle botti, fermenta velocemente e può essere servito come Rauscher.

Lasciandolo a fermentare in botte per tutto il periodo autunnale, raggiunge la sua massima intensità. Si ottiene così il vero e proprio Apfelwein. Prolungando ulteriormente la fermentazione in botte si ottiene l’Alter, un sidro leggermente invecchiato. Il segreto del suo gusto sta nelle  giusta combinazione di varietà di mele dolci e acidule, come la Speierling, una mela piccola e particolarmente soda, non adatta a essere mangiata. L’Apfelwein accompagna piatti sostanziosi come costatine di maiale e crauti, patate servite con la salsa verde tipica di Francoforte (Grüne Soße) e naturalmente anche “Handkäs mit Musik”, un piatto a base di formaggio marinato, servito con tante cipolle.

Info:
Tourismus+Congress Frankfurt am Main,
Tel.: +49 (0) 69 / 21 23 08 08, info@infofrankfurt.de www.frankfurt-tourismus.de

Posted in viaggio | Also tagged , , Commenti disabilitati su Il vino di mele di Francoforte